L’etica applicata alla professione dell’ingegnere

Il Collegio universitario D. N. Mazza da cinque anni promuove presso l’Università di Padova il corso “Etica e professioni dell’ingegneria”, accreditato tra le attività formative a scelta libera dello studente dai corsi di laurea della Facoltà di Ingegneria (www.collegiomazza.it/etica).
Dall’esperienza del corso è nata l’esigenza di dotarsi di uno strumento scientificamente rigoroso che fosse capace di rispettare il requisito fondamentale della pluralità delle competenze che sta alla base dell’impostazione didattica dell’iniziativa. Per questo, dopo una ricerca nel panorama nazionale ed internazionale, il Collegio ha deciso di proporre agli studenti e al pubblico italiano la traduzione del volume di Rafael Escolá e José Ignacio Murillo “Etica per ingegneri”. Realizzato anche grazie alla sinergia tra Collegio e aziende private di ingegneria, il libro ha il pregio di offrire spunti e riflessioni di carattere morale agli ingegneri perché sappiano coniugare il sapere specialistico con quell’intenzionalità etica universale che può essere riconosciuta e condivisa da chiunque altro. Un altro merito indubbio del volume è costituito dall’aderenza alla realtà e alle esperienze concrete, al ricorso frequente alla casistica che stimola una riflessione morale assai concreta e attenta alla quotidianità della vita morale.
Il Ministero dell’Università ha segnalato il volume nell’ambito del progetto “Ethicamente” (http://www.miur.it) e la Federazione degli Ordini degli ingegneri del Veneto (FOIV) lo sta diffondendo tra i suoi associati.
L’introduzione e l’indice del volume e tutte le informazioni utili sono reperibili all’indirizzo http://www.collegiomazza.it/news/news.asp?idnews=189. 
L’etica applicata alla professione dell’ingegnereultima modifica: 2008-01-28T08:59:32+01:00da ansa73
Reposta per primo quest’articolo