Il ritorno degli energy manager

La figura professionale dell’energy manager ha già 25 anni di storia. È stata introdotta a livello legislativo nel 1982, a seguito delle crisi energetiche degli anni ’70 e all’esigenza di gestire meglio i consumi. “All’inizio – spiega Dario Di Santo, direttore della Fire, Federazione italiana per l’uso razionale dell’energia – esisteva solamente la dimensione energetica, poi la figura dell’energy manager … Continua a leggere

Reti e servizi Wi-Max in rampa di lancio

Nel suo ultimo studio di mercato Juniper Research ha riaffermato una tendenza già nota: i servizi di Wi-Max mobile, accessibili cioè da cellulari e smartphone, diventeranno un fenomeno di massa entro il 2013 al più tardi, quando gli utenti che nel mondo si collegheranno via reti wireless in banda larga saranno almeno 80 milioni, spendendo oltre 23 miliardi di dollari. … Continua a leggere

Symantec annuncia: sicurezza a rischio nei Media Players Microsoft e AOL

Un nuovo exploit minaccia i più famosi media players in circolazione in internet: Windows Media Player, Windows Media Player classic (entrambe di Microsoft) e Winamp, quest’ultimo della famosa azienda Nullsoft Inc, da tempo subordinata di AOL. La vulnerabilità è stata scoperta da Symantec in un codec MP4 sviluppato da 3ivx Technologies Pty ed usato dai players sopra citati, questa falla … Continua a leggere

Ottime prestazioni di Windows XP con il SP3

Inaspettati i risultati di performance per la release candidate di Windows XP SP3. Quest’ultimo Service Pack rilascato da Microsoft aveva l’obiettivo di consolidare Windows XP con tutte le patch rilasciate fin’ora. Microsoft non prometteva alcun miglioramento di performance, proprio per questo la notizia che, dopo alcuni test, WindowsXP SP3 è risultato più veloce del 10% rispetto alla stessa configurazione con … Continua a leggere

Google punta con decisione al mondo mobile

Negli Stati Uniti, la FCC (Federal Communications Commission) ha da tempo deciso di assegnare una licenza d’uso per la banda di telecomunicazioni attorno ai 700 MHz. Google ha fin dall’inizio mostrato segni di interessamento, non ufficializzando però mai una vera e propria intenzione a partecipare all’asta per l’utilizzo di tale banda. L’interesse è dovuto alla possibilità di usufruire di questo … Continua a leggere